Il pane è stato da sempre fonte di vita e di sopravvivenza, ogni paese e regione ha la propria versione e tipologia. La ricetta descritta rappresenta un classico della cucina italiana e dimostra che con pochi semplici ingredienti si può ottenere un prodotto dal sapore e dal profumo inebriante. Per questa preparazione è possibile utilizzare sia la farina integrale di grano tenero Bolero che la farina integrale di grano tenero Verna. A seconda di quella che utilizzerete otterrete profumi ed aromi diversi, da un profumo dolce e delicato del Bolero ad uno più intenso e profumato del Verna. Un consiglio per conservare a lungo e mantenere il pane morbido è quello di tenerlo avvolto in un canovaccio di tessuto abbastanza spesso e per evitare che si asciughi troppo, mettere il pane avvolto nel canovaccio in un sacchetto di plastica.

 

 

Ingredienti:

 

  • 700 g. di Farina Integrale di Grano Tenero
  • 1/2 cubetto di Lievito di Birra
  • 1 Cucchiaino di Zucchero
  • 400 ml. di Acqua

 

Procedimento:

 

  • Setacciare leggermente la farina (setaccio a maglia larga)
  • Preparare il “Lievitino” facendo sciogliere un quarto di cubetto di lievito con 100 ml. di acqua e 100 g. di farina e un cucchiaino di zucchero, coprirlo con della pellicola trasparente e lasciare riposare fino al raddoppio (30 minuti circa),
  • Mettere in una ciotola la farina, l’altro quarto di lievito sciolto nell’acqua, 1 cucchiaino di zucchero e il “lievitino” che avrà raggiunto la consistenza di una mousse ed impastare il tutto aggiungendo acqua, fino ad ottenere un impasto morbido,
  • Trasferire l’impasto sulla spianatoia e impastare bene,
  • Dare all’impasto la forma di una pagnotta e metterlo a lievitare su una teglia ricoperta di carta forno, fare una croce sopra con il coltello o tre tagli verticali e coprire con un panno,
  • Attendere fino a che il pane non raddoppi di volume e la croce o i tagli si siano ben aperti,
  • Riscaldare il forno a 200° e poi infornare il pane,
  • Dopo 10 minuti abbassare il forno a 190° per altri 10 minuti, poi abbassare di nuovo a 180°per altri 10 minuti,
  • Passata quindi la prima mezz’ora di cottura, capovolgere la pagnotta su se stessa, togliendola dalla teglia, impostare il forno a 170° e cuocere per 30 minuti,
  • Dopo un ora totale di cottura, provare a colpire con le nocche il pane sul sotto, se il suono che fa risulta “sordo”  o ” vuoto” il pane è cotto, altrimenti lasciarlo  altri 15 minuti circa in forno.